Pubblicato in: Eventi

Santa Teresa dei Maschi a Bari ospita “Contraccademia” la permanente ideata da Miguel Gomez

a cura di Cristina Negro

Il borgo antico di Bari custodisce gelosamente i suoi tesori restituendoli con generosità al visitatore che incede curioso tra viuzze e corti di cui solo i nativi residenti conoscono ogni segreto.

Imboccando la suggestiva via di Santa Teresa dei Maschi, per esempio, si ha quasi la sensazione di entrare in un dipinto tanto è forte il rimando ad ambientazioni d’altri tempi.

Con l’ animo così predisposto a tanta bellezza la visione del tempio barocco del 1600 incastonato nell’antica corte dall’omonimo nome, lascia senza fiato.

Spogliata della sua funzione religiosa dagli ultimi lavori di restauro, la chiesa di Santa Teresa dei Maschi oggi è uno straordinario luogo di incontro tra arte, concerti e manifestazioni culturali.

Nato da un’idea di Miguel Gomez il laboratorio galleria “Contraccademia” ruota intorno al concetto di arte come germoglio di condivisione. Una mostra “sovversiva” che pone la sua centralità sulla crescita umana.

Annunci
Pubblicato in: Bari

Convegno di Studi – Giusto processo penale minorile e strategie di diversion

a cura di Cristina Negro

“Giusto processo penale minorile e strategie di diversion”: questo il titolo del Convegno che si è svolto a Bari presso la Sala Consiliare dell’Ordine degli Avvocati nella sede del Palazzo di Giustizia.

Dopo i saluti istituzionali del Presidente dell’Ordine degli Avvocati Giovanni Stefanì e del Presidente della Camera Penale di Bari “Achille Lombardo Pijola” Gaetano Sassanelli, il dibattito è proseguito con le relazioni di tre docenti dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”: Francesco Perchinunno, Professore di Diritto Costituzionale (“Princìpi e garanzie del giusto processo penale minorile”); Nicola Triggiani, Professore Ordinario di Diritto Processuale Penale e Giudice Onorario presso il Tribunale per i Minorenni di Bari (“La messa alla prova dell’imputato minorenne: fondamento, presupposti, esperienze”); Danila Certosino, Professoressa di Diritto Processuale Penale Minorile (“La mediazione penale minorile”).

Agli interventi dei relatori è seguita la tavola rotonda su “L’applicazione dei princìpi” con gli avvocati del direttivo della Camera Penale di Bari Guglielmo Starace (Vicepresidente), Domenico Di Ciaula (Tesoriere), Marisa Savino (Segretario).

L’avv. Katia Di Cagno, Vicepresidente dell’Unione Nazionale Camere Minorili e Coordinatrice della Commissione Famiglia, Minori e Persone dell’Ordine degli Avvocati di Bari ha moderato il dibattito.

Le conclusioni sono state affidate al Dott. Riccardo Greco, Presidente del Tribunale per i Minorenni di Bari.

L’incontro di studi ha inteso mettere a fuoco gli istituti della sospensione del processo con messa alla prova del minore autore di reato e della mediazione penale minorile nel quadro dei principi del “giusto processo”, a trent’anni dall’entrata in vigore del D.P.R. n. 448/1988, che disciplina il processo penale minorile.

L’obiettivo del convegno è stato anche quello di far comprendere all’opinione pubblica che la “messa alla prova” – per lo svolgimento di un articolato progetto elaborato dai servizi minorili con la prospettiva dell’estinzione del reato, in caso di esito positivo – non è una misura di natura clemenziale, in quanto persegue una finalità di responsabilizzazione del minore.

Pubblicato in: Sport

Volley – Presentato a Bari il torneo maschile di qualificazione a Tokyo 2020

a cura di Cristina Negro

Il grande volley è  di casa a Bari e dopo i mondiali maschili dello scorso anno  rilancia con uno degli appuntamenti  più prestigiosi in campo sportivo,  croce e delizia dei campioni di tutti i tempi, immancabile protagonista dei sogni di coronamento di qualsiasi carriera sportiva:  i Giochi Olimpici di Tokyo 2020 faranno tappa al PalaFlorio di Bari dove, dal 9 all’11 agosto,  Italia, Australia, Camerun e Serbia si contenderanno un pass per la prossima rassegna a cinque cerchi.

L’evento è stato presentato presso l’Ordine dei Giornalisti di Bari  il cui Presidente Piero Ricci ha riferito di un rapporto di grande collaborazione nato con la Federazione Regionale del volley   nel 2014 quando in occasione dei mondiali femminili fu organizzato un corso professionale che riscosse grande successo.  Il corso verrà riproposto proprio in occasione delle qualificazioni di luglio.

 Il Direttore Generale di Puglia Promozione  Matteo Minchillo ha portato i saluti istituzionali del Presidente Michele Emiliano e ha espresso soddisfazione e ringraziamenti per la scelta di Bari a così poca distanza dall’ultimo evento dei mondiali maschili.

Il volley non è solo spettacolo e nell’encomiabile iniziativa di  Michele De Francesco, speaker ufficiale della manifestazione,  si fa esperimento sociale che mette in rete gli sportivi di tutto il territorio nazionale.

Un movimento incredibile di gruppi di tifoserie , tutti capitanati da donne, che ha condiviso in chat idee e progettualità.  Il risultato è impresso nella grafica del logo che veicola il concetto di Bari  capitale, per l’occasione, dell’identità nazionale dello sport.

Il concetto di coesione sociale nazionale  passerà  anche attraverso il coro di incitamento che sarà unico per tutte le tifoserie.

L’appello del  Vice Presidente FIPAV, Giuseppe Manfredi, è quello di non mancare all’occasione assicurandosi i biglietti per la prestigiosa  festa del volley italiano a Bari che alla vigilia della presentazione registrano una vendita già di 1200 biglietti.

Pubblicato in: Bari

Aladin svela i misteri d’Oriente e conquista il pubblico del teatro Palazzo a Bari

servizio a cura di Cristina Negro

La magica Akraba non è mai stata così vicina: l’intera combriccola dei  simpatici personaggi della fiaba targata Disney   si sono esibiti    al Teatro Palazzo di Bari  in un doppio spettacolo che ha registrato  file al botteghino  per entrambe le repliche.

“Aladdin il cuore decide in Oriente” è  il musical ispirato ai grandi classici delle fiabe che rappresenta il punto di arrivo di un percorso di ricerca sul tema delle connessioni tra esseri umani,  cardine del progetto “Connessioni” promosso e cofinanziato dalla Regione Puglia.

E’ Il regista Francesco Zeffiri  a firmare il lavoro della Vitruvians Performing Arts  una collaborazione alla base dei successi  delle diverse produzioni dell’Associazione culturale.

Una sorta di campionario di esperienza da cui  attingere le capacità per spaziare dal musical di fantasia all’inedito dello scorso anno dal titolo “Around Shakespeare”  passando attraverso eventi  di grande impatto territoriale come “ViandArte”.

Una versione quindi aggiornata di Aladdin e del carismatico mondo d’Oriente affrescato di originalità    che affida  alla  sperimentazione di contaminazioni di generi musicali improbabili , la necessità di  contribuire al successo della fiaba con elementi propri e fortemente identitari.

Le coreografie di Valentina Vitone e la direzione musicale di Michele Cattedra  hanno reso le metafore ed i simbolismi di cui la fiaba abbonda,  accessibili ad un pubblico multi generazionale.

Grande esibizione per i protagonisti  ed il gruppo di ballo che, con danze acrobatiche e vocalizzi di  spessore sono riusciti a ricreare  emozioni e  atmosfere  all’altezza  della versione originale.

Il progetto anticipa l’uscita del film nelle sale cinematografiche mondiali del live action  del regista Guy Ritchie firmato Disney che tra gli effetti speciali non potrà però contare sul valore aggiunto della coinvolgente partecipazione del pubblico  in sala, di un teatro.

Lo staff organizzativo,  sulla base del successo delle rappresentazioni che nella  giornata di sabato 12 maggio hanno  registrato una presenza di circa 1000 spettatori, verificherà in questi giorni la possibilità di fissare ulteriori date per la stagione estiva.

Le musiche originali, totalmente cantate dal vivo in italiano  dai protagonisti Claudia Cusumano, nel ruolo di Jasmine,  Claudio Cammisa, nel ruolo di Aladdin, e dagli altri interpreti e comparse,  sono state dirette da Michele Cattedra.

Di grande pregio l’interpretazione di Giovanni Lagioia nel ruolo del Genio e di Pierluigi Falotico nel ruolo di Jafar. Ciò che però ha catturato il pubblico è stata la scelta di inserire personaggi secondari o rivisitati ilari e comici come Alibùbù, interpretato da Giuseppe Visaggi, Jago, interpretato da Luca Piscitelli, e Andalù, interpratato da Michele Carella.

La morale di questa versione della fiaba orientale è affidata alla caverna delle meraviglie interpretata da Federica D’Innella che richiama alle scelte di ciascuno di noi per l’avverarsi del proprio destino.

Si ringrazia Valentina Vitone per l’ottimo disegno coreografico che rifulge dei colori accessi e energici dell’oriente nei costumi curati dalla cosplayer Monica Borrelli, nei make-up di Miriam Carrano e nelle scenografie arabeggianti di Luciana Ferri e Luca Stornato,  il tutto riverberato dai disegni luce di Marco Cassano.


Pubblicato in: Bari

“Sanda Necòle va pe mmàre”

a cura di Cristina Negro

La pittura, la fotografia, la poesia, il folklore e la cultura della tradizione quando scendono in campo unite per un nobile scopo creano l’unica rete che il mare non teme, quello della tutela.

In occasione della quarta edizione della “Festa della Gente di Mare 2019”, presso il Terminal Crociere del Porto di Bari è stato presentato “Sanda Necòle va pe mmàre” una collettiva di arte inserita nella rassegna che nella giornata conclusiva dell’ 11 maggio realizzerà, attraverso la lettura dei messaggi  affidati alle bottiglie di vetro, l’obiettivo di sensibilizzare  tutti,  e  soprattutto i giovani nella loro piena formazione di senso civico, al rispetto e alla tutela del mare.

L’esposizione,  allestita per l’occasione, raccoglie le opere del  pittore Pietro Giulio Pantaleo  e la raccolta fotografica  dell’Associazione “Bari e i colori del Mondo”.  A dare un tocco di folklore ci hanno pensato il San Nicola fedele comparsa dei  cortei storici e il marinaio in rappresentanza del popolo di mare.  La tradizione e la cultura verace dei canti e delle poesie in vernacolo sono state magistralmente interpretate da Gigi De Santis con “la Uascèzze”.

Pubblicato in: Bari

Moda e Arte in Vallisa

servizio  cura di Cristina Negro

Da un’idea di Lorenzo Pantaleo nasce la risposta vincente di  aziende leader   del territorio   al fenomeno di stagnazione  come freno alla crescita della nostra economia.

Moda,  note classiche  e tutta la suggestione del fascino e della bellezza di un’antica chiesa  medievale hanno fatto da cornice, nel borgo antico di Bari, ad un evento di moda  che ha anticipato stili e tendenze della prossima stagione ormai alle porte.

Nel centro polifunzionale per la promozione della cultura e dell’arte,  Auditorium Diocesano Vallisa, la nota conduttrice televisiva Mary De Gennaro ha presentato l’evento “Moda & Arte in Vallisa.

Ad impreziosire la sfilata di rara eleganza e fascino,  le note del maestro Michele Sgaramella, accompagnato al piano dalla voce carismatica della cantante lirica Marina Caringella.

Le atmosfere gotiche  del coro Bari gospel Choir diretto da Ketty Saponara hanno completato una serata di grande prestigio.